camelia-della-lucchesia,-seminala

Seminala esce dal letargo invernale ed apre le porte alla primavera immergendosi nell’antico mondo delle camelie.

 

Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala Mostra antiche camelie della Lucchesia, Seminala

 

La natura soddisfa una più nobile esigenza dell’uomo: l’amore per il Bello.
..la semplice percezione delle forme naturali è un piacere……
Per il corpo e la mente oppressi da un lavoro o da una compagnia nocivi, la natura
è una medicina che ridà vigore….. (Ralph Waldo Emerson)

 

Tra le vie del Borgo di San Andrea, Pieve di Compito (LU) e nei giardini delle ville toscane Seminala cammina tra le antiche camelie della Lucchesia definite “un patrimonio inestimabile di bellezza e rarità”.

Una passeggiata rilassante tra alberi secolari carichi di fiori che salgono liberi verso il cielo e a terra creano sentieri setosi .

Nel Camellietum Campitese si è circondati da alberi di camelie rosse, bianche, variegate, profumate e non, con nomi che evocano personaggi lontani nel tempo.

La camelia arrivò in Europa dall’oriente verso la fine del ‘700 conosciuta come pianta da cui veniva ricavato il tè. Gradualmente si diffuse nei giardini dei nobili dell’epoca la camelia ornamentale. J. Slater, (della Compagnia delle Indie),  nel 1792 importò due specie di camelie, doppie, bianche e striate.
Nel 1819 in Inghilterra se ne coltivavano ben 29  varietà e verso la metà dell’800 scoppiò una “cameliomania”.

Nel sito web della  XXX Mostra Antiche Camelie della Lucchesia, potrai trovare informazioni per la tua passeggiata tra le camelie e scoprire che:

“La Camellia è una delle specie inserite nella lista delle piante con proprietà depurative per l’ambiente. In effetti la Camellia è tra le piante che maggiormente assorbono metalli pesanti e gas nocivi alla nostra salute, esercita un’azione di “aspiratore e filtro naturale”, viene per questo consigliata per la depurazione di ambienti intensamente antropizzati (uffici, banche, gallerie, aree metropolitane) e in zone inquinate.”