In questi giorni oltre a Seminala anche gli alberi e la vegetazione tutta si chiede cosa stia succedendo: “è l’estate di S. Martino”.

Se guardi con attenzione, mentre passeggi nella natura, noterai che il tepore anomalo di questo periodo fa sì che nei nostri parchi e giardini le rose, le erbe aromatiche, le piante grasse, l’erba e persino le erbacce non smettono di mostrare i loro colori e ti accompagnano verso l’inverno.

Erba ed erbacce, fiume Mincio, Alberi, Seminala

Gli alberi non ancora completamente spogli tingono il paesaggio con mille sfumature. Le foglie cadono lentamente, tappezzano il terreno e puoi raccoglierne alcune dalle forme e dimensioni interessanti.

Alberi nel parco del Mincio in autunno, Seminala

Seminala ti ricorda che il 21 novembre sarà la festa del nostro “amico albero” assai importante per l’umanità e molte saranno le iniziative sparse in Italia.

Seminala dedica una poesia a tutti gli alberi del pianeta:

Una mamma è come un albero grande
che tutti i suoi frutti ti dà:
per quanti gliene domandi
sempre uno ne troverà.
Ti da il frutto, il fiore, la foglia,
per te di tutto si spoglia,
anche i rami si taglierà.
[…]
(Francesco Pastonchi)

Questa poesia è stata scritta per festeggiare la mamma, ma  pensiamo che ben si presti ad esprimere l’amore che dobbiamo avere nei riguardi della natura e riflettere sui nostri comportamenti.